Portafogli per la privacy: Il loro ruolo crescente nel riciclaggio di denaro Bitcoin

I truffatori di Crypto ora usano i portafogli privati per le loro attività di riciclaggio di denaro sporco in Bitcoin
I portafogli sono stati utilizzati anche in due dei famosi hack contro la crittovaluta quest’anno
Elliptic, una società di analisi a catena di blocco con sede nel Regno Unito, nel suo recente rapporto ha dichiarato che c’è stato un aumento delle attività di riciclaggio di denaro che coinvolgono Bitcoin rispetto al passato.

L’analista della blockchain ha riferito che è cambiata anche la modalità operativa abituale per lo svolgimento delle attività di riciclaggio. Il rapporto ha notato che il metodo precedente era l’uso di miscelatori Bitcoin che è stato gradualmente eliminato per i portafogli privacy.

RelatedPosts
Analisi delle tendenze BTC/USDT: Aumenta a $19500 in avanti, analista
Gli agricoltori indiani dovrebbero innovare con Bitcoin per combattere gli effetti delle riforme del governo
Previsione del prezzo Bitcoin – Weekend scintille impulso rialzista come prezzo detiene $18.600
Adozione istituzionale: Il gigante assicurativo americano compra 100 milioni di dollari di Bitcoin

I miscelatori Bitcoin sono randomizzatori di monete. Di solito fanno in modo che il valore del Bitcoin scambiato tra un mittente e un destinatario sia molto diverso. Alla fine di tali transazioni, i miscelatori rendono estremamente difficile risalire al portafoglio che ha dato inizio alla transazione.

Tuttavia, i mixer hanno una litania di problemi e un numero crescente di regolatori è stato in grado di ridurre la loro influenza. I truffatori di crypto hanno cercato un’alternativa che è l’uso di portafogli per la privacy.

Per compiere questi atti, i portafogli Bitcoin appartenenti a privati invece di scambi sono combinati con la rete di anonimato di Tor. In questo modo i portafogli possono essere utilizzati per effettuare transazioni CoinJoin.

Una transazione CoinJoin è quando viene creata una transazione BTC multi-parte e la fonte originale è anch’essa mista, rendendo così difficile la tracciabilità di tali transazioni. Questa forma di transazioni è diventata sempre più popolare tra i riciclatori di denaro negli ultimi tempi.

Attualmente rappresentano il 13% di ciò che viene utilizzato per svolgere le attività di frode.

I Portafogli Privacy sono stati coinvolti nei più famosi hacker criptati dell’anno
L’industria dei crittografi è stata testimone di molti attacchi quest’anno, ma i portafogli per la privacy sono stati utilizzati in alcune delle ben note frodi crittografiche perpetuate con Bitcoin.

Il rapporto affermava che i portafogli privacy sono stati utilizzati nel famoso hackeraggio di Twitter, dove agli account di Twitter con grandi seguaci è stato chiesto di fare donazioni in un certo portafoglio Bitcoin.

L’altro uso del portafoglio è stato durante l’attacco a KuCoin. In questo attacco, oltre 200 milioni di dollari di Bitcoin sono stati tolti dallo scambio.